94page

94 · TM Settembre 2014 C ontinua la fase di stabilizzazione per il retail bancario europeo. I margini si sono ridotti, il costo del personale è nel migliore dei casi stabile mentre aumenta la quota di capitale pro- prio necessaria e il costo della raccolta indiretta. Tuttavia il retail rimane la com- ponente potenzialmente più stabile nel revenue mix soprattutto in un Paese come la Svizzera esposto a rischi regolatori. Come ogni anno, anche per il 2014 la società internazionale di consulenza mana- geriale A.T Kearney ha realizzato uno stu- dio - Retail Banking Radar -che fa il punto sull’andamento congiunturale e sulle dina- miche caratterizzanti questo settore. Lo studio ha analizzato 104 istituti bancari in 24 differenti Paesi europei: un campione che ha coperto 115mila filiali (in alcuni stati quasi l’80% sul totale del mercato retail) per circa mezzo miliardo di clienti serviti. Il report eseguito dalla società di consulenza prende in considerazione dif- ferenti indicatori di performance, tra cui: fatturato per cliente, fatturato per impie- gato, ricavo per cliente, rapporto costi operativi/margine di intermediazione, margine di interesse rispetto ai ricavi totali, fondi rischio in rapporto alle entrate totali. Lo studio mette in luce il momento cri- tico, fatto di riorganizzazione e ridimen- sionamento, che sta attraversando il ser- vizio sulla via di una lenta e faticosa ripresa (in Europa come del resto anche in molti altri Paesi al mondo); e lo fa non solo pre- sentando numeri e statistiche, bensì anche provando a tracciare un quadro sulla situa- zione generale del retail, comprensivo di una previsione sulle possibili tendenze (e strategie) che coinvolgeranno molte delle realtà bancarie da qui al prossimo futuro. Il peggio è passato, verrebbe da dire con- frontando questi dati con quelli di due anni fa, eppure il vento di cambiamento che sta investendo il settore non lascia cer- to tranquilli gli addetti ai lavori, che dovranno farsi trovare pron ti a interpretare i nuovi equilibri, i nuovi scenari di sviluppo che si stanno via via delineando. Passando in rassegna i risultati di questa ricerca possono emergere alcune interes- santi considerazioni, proprio a partire dall’osservazione delle grandezze prese in esame nello studio americano. Anzitutto i volumi dei prestiti bancari sono calati sensibilmente e questo spiega in parte per- ché le entrate medie per cliente retail siano rimaste stabili nel corso del 2013: da 667 a 668 euro. Francia e il Benelux hanno registrato le performance migliori. Per quel che riguarda invece il giro d’af- fari per dipendente, la media è di circa 218mila euro; è uno dei pochi indicatori a registrare miglioramenti sia nel 2012, sia nell’ultimo anno, nonché forse l’unico a poter tornare presto sui livelli pre-crisi; naturalmente, il risultato è dovuto perlopiù alle riduzioni di personale effettuate nei vari gruppi bancari europei (-1,5% nel 2013); non è un caso, quindi, che i Paesi che hanno effettuato le più grandi ristrut- turazioni interne (quelli nella fascia medi- terranea) abbianno ottenuto gli incrementi più rilevanti. Il margine di interesse netto in rapporto al ricavo totale è sceso di circa mezzo punto percentuale, raggiungendo così il valore di 70%. Bassi interessi e una crescita limi- tata nei mutui e nel mercato dei prestiti continuano a gravare sugli utili derivanti dagli interessi. Tutto questo, unito a nuove regolamentazioni che limitano tra gli altri i tassi di prestito e di commissione inter- bancaria, stanno impattando negativa- mente sulla possibilità delle banche retail del vecchio continente di disporre di più fonti di revenue (entrate). Un altro valore considerato nello studio finanza/banche Uno studio di A.T. Kearney rivela il cambiamento in atto in questi anni nel retail b ancario europeo. Una razionalizzazione che nel 2013 ha portato alla chiusura di quasi 4.500 fili ali. Ecco come si prospetta lo scenario futuro di questo comparto, tra le insidie/opportunità d el digitale e una maggiore flessibilità nei processi. Banche, è rivoluzione reta il 00 _ retail banking radar.qxp_Digital 02.09.14 13:55 Pagina 94