153page

del Comune, già nel 1995, e nel 2005 ha acquistato un’auto ibrida. Qui il trasporto delle persone è gestito dalle Fart (Ferrovie Autolinee Regionali Ticinesi). «La nostra società di trasporto pubblico è attiva nel Locarnese, regione compren- dente non solo le sponde del Lago Mag- giore, ma anche le valli limitrofe. La nostra offerta raggruppa la Ferrovia delle Cen- tovalli, il servizio di autolinee per la rete urbana (3 linee) ed extraurbana (5 linee), le funivie Verdasio-Rasa e Intragna-Pila- Costa», spiega Mauro Caronno, direttore delle Fart, che precisa: «Le Fart sono molto sensibili alle tematiche ambientali, tant’è che negli ultimi anni la nostra flotta veicoli è stata completamente rinnovata. Ora i bus in circolazione (un totale di 50 veicoli) appartengono alla categoria di nuova generazione Euro 5 e sono tutti con filtro particolato. Non abbiamo nes- sun veicolo elettrico, né ibrido. Mezzi che, pur presentando numerosi ed impor- tanti aspetti positivi, principalmente a livello ambientale, presentano anche aspetti meno positivi: a cominciare dalla maggior complessità tecnica e quindi da un maggior investimento iniziale. Inoltre, la morfologia del nostro territorio - con- siderando i percorsi in salita e in discesa - non facilita la loro introduzione», con- clude Caronno. Bellinzona reca da tempo il label di ‘Città dell’energia’. «L’idea del Municipio è quella di perseguire politiche che ten- gano conto di risparmio energetico, rispetto dell’am biente e sostenibilità. Un’idea di partenza dalla quale è derivata la decisione di proporre una nuova offerta di trasporto pubblico urbano, anche attra- TM Settembre 2014 · 153 Simone Gianini, municipale di Bellin- zona, capodicastero territorio e mobi- lità e presidente della Commissione regionale dei trasporti del Bellinzonese. U n bus ibrido è un veicolo che dispone di un motore diesel e di un motore elettrico: un generatore converte l’energia ottenuta nelle decelerazioni in energia elet- trica, che sostituisce il motore diesel durante la ripartenza e la guida a bassa velocità (fino a 18 km/h). Da qualche anno Auto- Postale Svizzera ha introdotto diversi bus di questo tipo, che permettono di rispar- miare fino al 30% del consumo di gasolio rispetto ai tradizionali bus diesel. Attualmente in Ticino circolano 4 auto- postali ibridi della marca Volvo, con una capienza di 70 posti, compresi i posti in piedi. Due bus sono impiegati nel Mendri- siotto sulla linea Chiasso-Novazzano-Men- drisio e sulla linea Mendrisio-Stabio-Gag- giolo, mentre gli altri due sono in esercizio nel Bellinzonese, sulle linee urbane Castio- ne-Bellinzona-Camorino, Bellinzona- Sant’Antonino e Ospedale S. Giovanni- Casa Greina. Sono stati però già ordinati ulteriori 6 veicoli della stessa tipologia, che saranno messi in circolazione, con il pros- simo cambio di orario del 14 dicembre 2014, sulle nuove linee del trasporto pub- blico del Bellinzonese, e più precisamente sulla linea Giubiasco-Sementina-Monte Carasso-Bellinzona e sulla linea Bellinzo- na-S.Antonino Centri commerciali. Per AutoPostale Regione Ticino l’intro- duzione di questi nuovi bus è stata sinora molto positiva, sia dal profilo dell’esercizio sia per gli aspetti legati alla manutenzione. E anche la clientela ha espresso in larga misura un parere favorevole sull’utilizzo di questa tipologia di bus, che garantiscono maggiore sostenibilità ambientale. Da segnalare inoltre che AutoPostale Svizzera SA sta svolgendo, nella regione di Berna, dei test con un bus totalmente elettrico. Se l’esito sarà positivo, anche AutoPostale Regione Ticino valuterà in futuro un eventuale impiego di questi veicoli a sud delle Alpi. Per informazioni: AutoPostale Svizzera SA Regione Ticino Viale S. Franscini 30, 6500 Bellinzona Tel. +41 58 448 36 05 www.autopostale.ch a cura dell’Ufficio marketing Autopostali sempre più ‘ver di’ I due autopostali ibridi impiegati attualmente nel Bellinzonese. 00 _ trasporto pubblico.qxp_Digital 02.09.14 18:05 Pagina 153
153page